Gynostemma pentaphyllum

“Ginseng vegetale”

Gynostemma_pentaphylla300

Famiglia: Cucurbitaceae

Origine: E. Asia, Cina, Corea

Caratteristiche: pianta annuale-perenne, dioica, a carattere rampicante.

Coltivazione: predilige ambienti freschi e terreni fertili e ben lavorati. Coltivare a mezz’ombra e non al Sole diretto, in vaso o piena terra. Resiste fino a -10°C.

Edibilità 2/5: le foglie e i giovani germogli hanno un sapore dolce adatto a infusi o tisane.

Valore terapeutico 5/5: tutta la pianta ha un’azione tonica che stimola e migliora la circolazione, le funzioni vitali, il sistema immunitario e il sistema nervoso. L’utilizzo dimnuisce il livello di zuccheri nel sangue e del colesterolo. Può avere un effetto sedativo poiché abbassa la pressione sanguinea. Viene usata internamente per trattare le tensioni nervose, l’esaurimento, l’ulcera peptica, l’asma, le bronchiti, il diabete, problemi cardiovascolari e forme di cancro. Venne citata tra le dieci piante toniche più importanti nella conferenza sulle medicine tradizionali tenutasi nel Beijing nel 1991.

Curiosità: la pianta viene utilizzata per le sue proprietà nella preparazione di cosmetici e tonici anti-invecchiamento e antiossidanti. Dalla pianta si possono estrarre molte componenti chimiche tipo flavonoidi, composti steroidici e saponine. Questi ultimi composti detti “gypenosidi” sono molto simili alle saponine presenti nel Panax ginseng e svelano il perché queste due piante possono essere considerate similari: le sue saponine, però, sono estratte dalle foglie invece che dalle radici. La pianta è inoltre facilmente coltivabile e quindi a confronto con il vero ginseng risulta un rimedio molto economico: le foglie infatti bastano per godere delle proprietà della pianta. In erboristeria si trovano anche estratti alcolici e pillole.  

2 Risposte a “Gynostemma pentaphyllum”

  1. Lorenzo Bortolin dice: Rispondi

    salve. vorrei iniziare un’attività agricola con piante non comunemente coltivate in grandi quantitativi, posso avere alcune informazioni riguardo a questa pianta?
    ad esempio:
    costi inizio
    costi di produzione
    valore del prodotto non lavorato
    valore possibile del prodotto lavorato
    cordiali saluti.

    1. Buongiorno Lorenzo
      è una pianta vivace, dal sapore amaro e molto stimolante
      non saprei dirti di costi di produzione o i dettagli che richiedi
      devi elaborarli tu strada facendo confrontandoti con un mercato da creare..
      la pianta cmq merita
      cordialmente
      Paolo

Lascia un commento