Tetragonia tetragonoides (spinacio della Nuova Zelanda)

 3,00

La bustina contiene 0,50 gr

Descrizione

È noto come “spinacio estivo” sebbene non abbia nulla a che fare con lo spinacio vero e proprio: appartiene infatti alla famiglia delle Aizoaceae ed è originario dell’emisfero australe. Lo ricorda però nel sapore e, vagamente nell’aspetto, con le sue foglie lisce e carnose. La semina avviene in marzo-aprile preferibilmente in piena terra e la raccolta inizia dopo circa 70 giorni, partendo dalle foglie basali e ascellari lungo lo stelo. Il sapore è leggermente acidulo, l’oidio presente ricorda il salmastro marino, e sono molto buone consumate crude in insalata, poiché rimangono carnose e croccanti, ed anche cotte mantengono un’ottima consistenza. Scoperta da James Cook nel 1770 divenne assai popolare sulle tavole europee all’inizio dell’ 800, per poi cadere nell’oblio nel giro di un ventennio. Curioso sapere che è l’unica verdura che, secondo la teoria di Vavilov, ha come centro di origine la zona australe, nessun’altro ortaggio che consumiamo è nato in Nuova Zelanda.

Semina: marzo; terreno: qualsiasi, anche povero e arido; esposizione: pieno sole